๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—ง๐—ข๐—ฅ๐—ก๐—ข ๐——๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ๐—˜ ๐—ง๐—ฅ๐—”๐——๐—œ๐—ญ๐—œ๐—ข๐—ก๐—œ

๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—ง๐—ข๐—ฅ๐—ก๐—ข ๐——๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ๐—˜ ๐—ง๐—ฅ๐—”๐——๐—œ๐—ญ๐—œ๐—ข๐—ก๐—œ

Siamo qui, o Signore Gesรน.
Siamo venuti come i colpevoli ritornano al luogo del loro delitto.
Siamo venuti come colui che ti ha seguito, ma ti ha anche tradito, tante volte fedeli e tante volte infedeli.
Siamo venuti per riconoscere il misterioso rapporto fra i nostri peccati e la tua passione: l’opera nostra e l’opera tua, siamo venuti; per batterci il petto, per domandarti perdono, per implorare la tua misericordia.
Siamo venuti perchรฉ sappiamo che tu puoi, che tu vuoi perdonarci, perchรฉ tu hai espiato per noi; tu sei la nostra redenzione e la nostra speranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato.