๐—–๐—ฒ๐—น๐—ฒ๐—ฏ๐—ฟ๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ฒ ๐—ถ๐—ป ๐—ผ๐—ป๐—ผ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฎ ๐— ๐—ฎ๐—ฑ๐—ผ๐—ป๐—ป๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—นโ€™๐—จ๐—น๐—ถ๐˜ƒ๐—ฒ๐˜๐—ผ

๐—–๐—ฒ๐—น๐—ฒ๐—ฏ๐—ฟ๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ฒ ๐—ถ๐—ป ๐—ผ๐—ป๐—ผ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฎ ๐— ๐—ฎ๐—ฑ๐—ผ๐—ป๐—ป๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—นโ€™๐—จ๐—น๐—ถ๐˜ƒ๐—ฒ๐˜๐—ผ

Anche questโ€™anno si รจ rinnovata la tradizionale processione e la Celebrazione Eucaristica dellโ€™aurora in onore della Madonna delle Grazie che noi oggi a Fara invochiamo in questo luogo come la Madonna dellโ€™Uliveto.
La festa della Madonna delle Grazie, precedentemente la riforma liturgica del Concilio Vaticano II, era festeggiata il 2 luglio, allora giorno della Visitazione. รˆ questo certamente il motivo che spinse i nostri avi a scegliere questo giorno da dedicare alla Vergine in questo luogo santo dove secondo il racconto Giovanni Di Cecco venne appunto graziato dalla Madonna alla fine di giugno.
La Vergine Maria interceda per le nostre necessitร .
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato.